Industria ceramica: 4 cose da sapere sull'efficientamento energetico

Le caratteristiche dell’industria ceramica

La produzione di ceramica ha una grande tradizione nelnostro Paese, sia a livello industriale che artigianale. La ceramica hasvariate forme: dalla terracotta al grès, dalla porcellana all’argilla. Ma nonsolo, ha anche svariati utilizzi industriali e civili: produzione di oggettidecorativi, realizzazione di materiali edili, rivestimenti per muri e pavimenti,arredi da bagno e sanitari.

Dai mattoni della struttura, alle tegole del tetto,anche le nostre case spesso beneficiano delle caratteristiche duttili delleceramiche, è un prodotto con cui tutti abbiamo a che fare quotidianamente.

 

L’impiego della ceramica per i rivestimenti, inparticolare, rivela una sua caratteristica importante: la resistenza al calore.Ha un punto di fusione molto alto, rispetto ad altri materiali, e necessita diuna cottura ad altissime temperature.

Prima della fase di cottura però, le argille passanodalle fasi di lavorazione, lavatura, essiccazione.

Considerata l’alternanza di queste fasi, l’industriaceramica si propone come un candidato ideale per l’installazione di impianti dicogenerazione, per consentire la produzione concomitante di energia elettricaed energia termica, evitando dispersioni di calore e limitando i consumi.

 

Impianti di cogenerazione

Gli impianti di cogenerazione (detti anche CHP,Combined Heat and Power) sopperiscono contemporaneamente al fabbisogno dienergia elettrica e di calore, in quanto hanno la capacità di recuperare ilvapore disperso durante il funzionamento del motore primo e riutilizzarlo peraltri processi industriali.

Con la stessa quantità di combustibile è dunquepossibile ottenere una maggiore quantità di energia, ed è la soluzione miglioreper le industrie che hanno un bisogno concomitante di energia elettrica e dicalore.

Installare un impianto di cogenerazione ad altorendimento (CAR) rappresenta un metodo efficace per tagliare i consumi, per limitarele emissioni e per raggiungere il virtuoso obiettivo dell’efficientamentoenergetico.

 

4 cose da sapere sull’efficientamento energeticonell’industria ceramica

Notevoli benefici possono derivare dall’uso di sistemicogenerativi all’interno di un’industria ceramica, vediamo i principali:

  1. la produzione     di ceramica comprende varie fasi in cui il fabbisogno di calore è     importante (ad esempio l’essiccazione): gli impianti cogenerativi sono tra     i più adatti a rispondere a questa necessità
  2. la riduzione     dei consumi è argomento di fondamentale importanza per gli imprenditori,     che apprezzeranno l’efficienza dei sistemi CHP (si stima un risparmio di     circa il 30% del combustibile)
  3. limitare le     emissioni è una scelta a favore all’ambiente e rende virtuoso l’operato     della fabbrica
  4. durante     l’installazione di un impianto di cogenerazione è possibile rivedere la     filiera di approvvigionamento e distribuzione di energia, rendendola più     efficiente approntare interventi di efficientamento energeticopermette l’accesso a incentivi e detrazioni fiscali non indifferenti.

Costell per l'industria ceramica

Inizia il tuo progetto di Cogenerazione
Richiedi uno studio di fattibilità o business plan gratuitamente, senza impegno. Scopri quanto potresti risparmiare con la Cogenerazione o richiedi assistenza di manutenzione per un impianto esistente.
contattaci

Altri articoli sulla Cogenerazione

COSTELL per Centrale del Latte di Roma: impianto di trigenerazione da 1.200 kWe

A Roma, nel sito produttivo della Centrale del Latte di Roma, Costell ha realizzato un nuovo impianto di trigenerazione da 1.200 kWe, che genera energia in modo efficiente e competitivo, riducendo l’impatto ambientale

Impianto di trigenerazione: tutti i vantaggi

Gli impianti di trigenerazione permettono la generazione di un nuovo vettore energetico per la cogenerazione: l'energia frigorifera!

Industria Farmaceutica: 7 cose da sapere sull'efficientamento energetico

Nell’ ottica di un efficientamento energetico, la cogenerazione ad alto rendimento (CAR) è uno degli strumenti più utilizzati, ed è scelta da un numero sempre maggiore di industrie farmaceutiche.